Skip navigation

Per chi si era fatto convincere dai politici che “va tutto bene” su “il Fatto Quotidiano” uscito stamane in prima pagina è stata publicata questa lettera con il titolo Sentirsi sfiniti a 29 anni. Un titolo brusco, some sono bruschi i toni della lettera. Tra frustrazione e indignazione ecco le parole di denuncia una madre.



Caro editore sono Valentina madre di un ragazzo (Alessandro) di 29 anni, una cittadina di Ferrara nell’agosto del 2008 a causa di un tuffo sbagliato si è lussato quasi totalmente due vertebre cervicali, con seguente ricovero in ospedale con primo intervento e ricovero in rianimazione in coma terapeutico per una settimana, dopo questo ha subito altri 3 interventi conclusi con il blocco di 4 vertebre cervicali con una piastra collegata con cavetti alle vertebre . Nella sfortuna abbiamo incontrato,nell’ospedale pubblico,un medico neurochirurgo traumatologo bravissimo, al quale io devo la vita di mio figlio, che lo ha fatto uscire dall’ospedale vivo e camminando. Alessandro aveva appena cambiato lavoro e naturalmente è stato licenziatoper mancato superamento del periodo di prova, per cui non è rientrato nella mutua e ha percepito solo i 4 mesi didisoccupazione.A questo punto ha deciso di fare la domanda di invalidità, riconosciuta nella prima visita al 67%, che gli dava la possibilità di avere il ticket per patologia e l’iscrizione alle liste speciali.Dopo 15 mesi è stato convocato ad una seconda visita che che non ha cambiato nulla, poi a distanza di 5 mesi a una terza visita che ha avuto il risultato di una diminuzione della percentuale al 50%, con la conseguenza di vedersi togliere l’esenzione del ticket.La conseguenza di tutto questo è che lui a 29 anni si sente un fallito, obbligato a essere un bamboccione che vivesulle spalle dei genitori perché è senzastipendio.Io e suo padre abbiamo un lavoro dacirca 1000 al mese, abbiamo il mutuodella casa (intestato a lui) da pagare,non siamo in grado di dargli più di tan-to, e lui da due anni non esce con gliamici per una pizza o una serata indiscoteca perché non ha soldi.Quando vedo il presidente del Consi-glio e i suoi ministriin televisione che di-cono che va tutto bene mi viene il vomito, forse va tutto bene per loro vistoche si fanno le leggi su misura, addi-rittura con la nuova legge sull’invaliditàadesso si deve fare la domanda in viatelematica, che può fare solo il medicoprevio pagamento di 60 obbligatori al-trimenti la domanda non è valida. Maci prendono per i fondelli?Quando vedo Brunetta che parla di to-gliere dei soldi dalle pensioni, e non cer-to dalla sua e dai suoi amici, per aiutarei bamboccioni ad uscir di casa mi vieneuna voglia che non posso dire.Sono nauseata di questa politica e diquesto governo che pensa solo alle se-die, al bene personale e del premier ese ne frega di tutti dimenticando che laCostituzione dice che èil popolo italiano ad esseresovrano e non loro.Vorrei sapere come poter dare a miofiglio ancora la voglia di vivere e di sognare, non si può a 29 anni sentirsi cosìfiniti.
da Il Fatto Quotidiano del 22 aprile 2010
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: