Skip navigation

Category Archives: news

Scaricando i sorgenti del windowmanager più geek della storia mi sono accorto di una voce nuova nuova nella fluxbox-project-page su sourceforge.net: la versione 1.3 del suddetto wm è stata rilasciata (5 ora fa).

Era il 18 settembre 2008 il giorno dell’ultima release (la 1.1) e dopo 4 lunghi anni come niente fosse ecco che il progetto si aggiorna e pubblica questo comunicato:

You did’nt see that coming, did you?

Sat Feb 19 18:50:02 UTC 2011

Fluxbox 1.3 has arrived! A long long long time is over, and we finally decided to make a release.

  • Added support for bidirectional text, #2801836.
  • Allow to override ‘Focus New Windows’ via .fluxbox/apps
  • New actions:
    • ActivateTab
    • ArrangeWindowsVertical
  • New ‘MoveN’ and ‘ClickN’ action support for keys file
  • New focus model ‘StrictMouseFocus’. This will affect focus when closing, moving, lowering windows, changing desktops, etc, whereas the ‘MouseFocus’ model will only change focus when you move the mouse.
  • New “background: unset” property for use in overlays.
  • Allowing relative paths for background images in style files.
  • Allowing matching screen number in ClientPattern.
  • Removed rootcommand from init, as fbsetbg is run automatically nowadays.
  • Removed line style resources from init file.

In any case, we hope to get more into the ‘flux’ way of doing things, aka release early and often. So, have fun with this release.

Personal note from Mathias: This one is dedicated to the first official ‘fluxbaby’ on the planet: my daughter Karo, born on 6th of November 2010. Which is, btw, the birthday of Henrik as well 🙂

The Fluxbox Team 

Non ho resistito, ho dovuto assolutamente compilarla!

Presto il feedback!

Lo spazio su wordpress.com è funzionale e affidabile. Non c’è che dire. Forse anche troppo. Troppo semplice, troppo poco personalizzabile. Cosi che finalmente ho deciso di sfruttare l’inutilizzata installazione di Apache sulla mia macchina “casalinga”.

Quindi il blog si aggiornerà su leanfeta.mine.nu/wordpress

che dire…  Buona lettura!

android
Di articoli sullo sviluppo di applicazioni Android si è fatta indigestione. Tutti parlano di dover studiare Java, Ant, SQlite e GnuPG.
Ma se uno non avesse voglia di diventare un programmatore?
C’è un modo, molto sofisticato di sviluppare applicazioni complesse senza scrivere una riga di codice. Il progetto arriva direttamente da Montain View e si chiama Google App Inventor.
Lo sviluppo della grafica dell’applicazione è gestita in modo visuale e le funzionaità si creano con schemi a blocchi.
I blocchi disponibili sono davvero tanti, tanto che si potrebbe pensare che non ne abbiano dimenticata neanche una (ci sono blocchi addirittura per interfacciuarsi con i social network).
Il progetto è ancora in fase beta, la registrazione è consentita solo ai possessori di un account Google (è richiesto un indirizzo Gmail) e bisogna aspettare l’approvazione da parte di Google.
Per testare le applicazioni viene fornita una applicazione java che provvederà ad interfacciare l’applicazione web con il vostro smartphone .

Per chi utilizza Youtube (e chi non ci ha mai guardato mai almeno un video … ) potrebbe risultare utile questa pagina:

TestTube : che è una pagina interna al sito dove sono riunite le funzionalità ancora non del tutto implementate e in attesa di un feedback dagli utenti che abbiano voglia di testarle.

Ad oggi troviamo:

./editor/

# editor dei video caricati su youtube (Google account required)

./comment_search/

# permette di fare una ricerca fra i commenti

../video-analytics.google.com/yap/iba/

# attività preferite di varie fasce di pubblico (in base all’età, alla nazione, ecc..)

../captiontube.appspot.com/

# per creare i sottotitoli ai video (Google account required)

./html5/

# per poter visualizzare i video in html5

./disco/

# più interessante di quanto possa sembrare, questa “implementazione” 8che sembra presentarsi come un semplice motore di ricerca) permette, invece, di creare una playlist a partire da una parola. Per esempio se scrivo il titolo di un film ascolterò la colonna sonora dello stesso, se scrivo una altra parola ascolterò le canzoni associate a quella canzone. Per esempio ho scritto ubuntu e ho ascoltato i S.O.A.D. ( Soldier Side ) – ( 0.0 ) mentre scrivendo Microsoft ho ascoltato i Motorhead ( Killed By Death ).

./feather_beta

# Attivando questa opzione i video di youtube verranno visualizzati in pagine “a latenza molto bassa”, ovvero in pagine molto più veloci da caricare (non dovrete caricare tutti i commenti, i moduli per la condivisione ecc…)

Utilizzate torrent? avete decine di siti su cui cercarli?

Sfigati!! C’è un programma che fa questo sporco lavoro per voi:

Torrent Search:

per ubuntu:

wget http://sourceforge.net/projects/torrent-search/files/torrent-search/0.8.0/torrent-search_0.8.0_all.deb/download
sudo gdebi torrent-search_0.8.0_all.deb

da Linux Freedom For Life

Vi siete rotti le palle degli aggregatori di feeds on-line?

Liferea:

sudo aptitude -y install liferea

probabilmente uno dei più diffusi aggregatori di feed, disponibile nei repo di tantissime distribuzioni.

Pensavate che ubuntuone fosse una figata, ma siete rimasti delusi dopo che avete visto quanto fosse poco pratico?

Dropbox:

la registrazione funziona su invito, quindi seguite questo link: Registrazione (vi verrà chiesto soltanto un nick e l’e-mail, che non richiede conferma).
il programma è già precompilato e impacchettato sia per ubuntu che per Fedora, e tramite sorgenti portabile su altre distro. Comunque disponibile anche per Windows e Mac OS X.
Cosa fa di preciso? Il pacchetto di installazione installa un repository da cui successivamente si installa e si mantiene aggiornato.
Il software manterrà sincronizzata una cartella scelta con i computer nella lan e con i computer remoti linkati con lo stesso account. Inoltre permette la condivisione dei file, molto meglio dei più diffusi siti di file hosting.

I collage di immagini vi appassionano?

SharpeCollage:

semplice ma efficace programmino multipiattaforma (java-style) per creare collage delle forme personalizzabili. Scaricalo e avvialo con un solo click dal sito www.sharpecollage.com

Questi sono appunti personali per non dimenticare … (la mia solita memoria paragonabile a quella di un pesce rosso..)

Atp-Fast:

sudo add-apt-repository ppa:tldm217/tahutek.net

sudo apt-get update

sudo apt-get install apt-fast

Devi scaricare un torrent ma devi installare il client, aprire le porte, cercare i tracker ecc ecc.

“Non andare in sbattimento” vai su BitLet.org e scarichi dal tuo browser!!

(la porta [6881] va comunque aperta e “nattata” dal router al computer utilizzato per il download)

(il sito richiede o l’indirizzo del file torrent, o l’upload da locale. Servizio gratuito, senza iscrizione)

Consigliato l’utilizzo con Firefox (bisogna accettare di eseguire lo script java).

Per chi, come me, non riesce a staccarsi dalle distribuzioni Debian e derivate nonostante i vari problemi che a volte affliggono queste distribuzioni nelle loro versioni ufficiali (ubuntu 10.04 ha creato non pochi problemi appena uscita); per queste persone una soluzione interessante è proposta da sidux (v. 2010-01 – Hypnos). Sidux è l’ennesima distribuzione derivata da Debian, ma per essere precisi da Sid (il ramo instabile di Debian); il che non vuol dire che sidux sia instabile, il grande lavoro dietro a questa distro è proprio nel renderla usabile, mantenendo tutte le novità introdotte da Dabian in Sid.

Il titolo faceva riferimento all’hardware, e questo perchè sidux è sviluppata dal kernel Vanilla 2.6.34 e non quello di Debian. Una distro molto utile per chi ha necessità di questo kernel (spesso per problemi di compatibilità con l’hardware) e non ha tempo / voglia di compilarselo da se. Soprattutto tempo, sidux ha un processo di installazione molto semplificato e veloce, nell’ordine di una manciata di minuti.

Il desktop è targato KDE (4.4.4, ultima versione ovviamente) o Xfce (se volete qualcosa di più legero). Sulla versione dvd della distro con KDE oltre a svariati programmi aggiuntivi già disponibili è possibile installare, attraverso liveapt , la localizzazione italiana della distro.

Altre curiosità in questa intervista a due sviluppatori nella recensione di DistroWatch.com.

Visto l’incredibile successo dell’iniziativa diggita – facebook che in poche ore ha accumulato più di 1000 iscritti, come promesso diggita.it da un’altra possibilità !

Ovviamente c’è una sorpresa in più anche per chi si è già iscritto fra i primi mille.

Ai primi 3000 iscritti a facebook verrà data la possibilità di concorrere alla vincita di un iPod Touch 8GB! Ed inoltre potranno partecipare all’estrazione anche chi si era iscritto fra i top 1000!

Però per concorrere all’estrazione dell’ipod touch questa volta sarà necessario anche essere iscritti al twitter di diggita: http://twitter.com/diggita

Ricapitolando quindi chiunque fosse interessato a:

1. vincere un ipod touch 8gb
2. avere il 100% di adsense su diggita
3. avere il proprio sito sbloccato

dovrà inviare richiesta via mail: http://www.diggita.it/module.php?module=ajaxcontact

indicando:

1. Nome utente di  facebook, twitter utilizzati
2. siti web gestiti

e ovviamente lo user name su diggita ed essere iscritti al facebooktwitter didiggita

Le estrazioni saranno effettuate il giorno del terzo compleanno di diggita: 26 giugno 2010.

Benchmark Peacekeeper è un sito web che offre la possibilità di “testare” i (o il) propri browser direttamente on-line caricando direttamente nella pagina una serie di test di vario tipo per comprenderne la velocità di navigazione. A fine test è possibile visualizzare la classifica dei vari browser sottoposti al test dagli utenti del sito. La classifica è inoltre  divisa, per ogni browser, nei tre più diffusi processori di ultima generazione. Oppure è possibile continuare i test su un’altro browser e comparare i risultati.

Inutile dire quale è risultato il browser migliore nella “classifica generale” (vedi articolo predente).

Non mi sono fidato dei test fatti da sconosciuti: ho provato sulla mia macchina se davvero Google Chrome (v 5 beta) fosse il più prestante fra i browser per me disponibili.

Ecco i risultati: (Google ChromeChromium Firefox)

effettuati su portatile HP 550 - S.O. Ubuntu 64bit

Ho voluto eseguire il test anche sulla versione open source di Chrome (Chromium), ma non è riuscita a battere il “migliore” dei browser.

Sempre su Peacekeeper in fondo alla pagina è anche visualizzato il test che ha avuto il maggior punteggio, e con mio grande stupore con 14274 points il migliore è stato opera v10.52 beta processato da un Intel Core i7-920 su windows 7 beta.

Ed in effetti i test evidenziano che l’ultima beta di opera ha raggiunto punteggi molto vicini a quelli di Chrome.

Non c’è che dire opera con questa sua ultima versione ha fatto passi da gigante. Ho voluto fare qualche test anche io ed ecco i risultati che hanno confermato le statistiche sul sito:

Google Chrome ha un degno rivale: Opera 10.52

Il distacco non è poco, ma si sta parlando sempre di due software ancora in versione beta (Chrome e Opera).

Per ora comunque  il mio consiglio è di utilizzare Chrome, se non ne siete convinti vi invito a testare di persona e magari smentirmi.       http://clients.futuremark.com/peacekeeper/

Google Chrome 5 Beta?

una vera cannonata!

guarda i video dei test condotti:

http://www.youtube.com/watch?v=_oarMXGq3gI

http://www.youtube.com/watch?v=nCgQDjiotG0

Read More »