Skip navigation

Category Archives: software

come su windows anche su wine certe librerie non vengono installate con l‘installer.

L’editor senza il file MSCOMCTL.OCX funziona lo stesso, ma su windows compare un errore quando si lancia il “simulatore” (SXSim), su wine invece non succede niente.

Il problema si risolve velocemente lanciando e installando questo eseguibile libraryfiles.exe (sia su windows che su wine)

Un metodo migliore però è copiare il file MSCOMCTL.OCX recuperabile facilmente su internet. Io l’ho trovato qua: http://www.ocxdump.com/download-ocx-files_new.php/ocxfiles/M/MSCOMCTL.OCX/6.01.9782/download.html

Copiarlo nella cartella windows/system32 .

(leggendo in giro consigliano eseguire dal prompt dei comanti regsvr32 MSCOMCTL.OCX per registrare il file,  penso comunque che sia inutile per il funzionamento del programma )

Scaricando i sorgenti del windowmanager più geek della storia mi sono accorto di una voce nuova nuova nella fluxbox-project-page su sourceforge.net: la versione 1.3 del suddetto wm è stata rilasciata (5 ora fa).

Era il 18 settembre 2008 il giorno dell’ultima release (la 1.1) e dopo 4 lunghi anni come niente fosse ecco che il progetto si aggiorna e pubblica questo comunicato:

You did’nt see that coming, did you?

Sat Feb 19 18:50:02 UTC 2011

Fluxbox 1.3 has arrived! A long long long time is over, and we finally decided to make a release.

  • Added support for bidirectional text, #2801836.
  • Allow to override ‘Focus New Windows’ via .fluxbox/apps
  • New actions:
    • ActivateTab
    • ArrangeWindowsVertical
  • New ‘MoveN’ and ‘ClickN’ action support for keys file
  • New focus model ‘StrictMouseFocus’. This will affect focus when closing, moving, lowering windows, changing desktops, etc, whereas the ‘MouseFocus’ model will only change focus when you move the mouse.
  • New “background: unset” property for use in overlays.
  • Allowing relative paths for background images in style files.
  • Allowing matching screen number in ClientPattern.
  • Removed rootcommand from init, as fbsetbg is run automatically nowadays.
  • Removed line style resources from init file.

In any case, we hope to get more into the ‘flux’ way of doing things, aka release early and often. So, have fun with this release.

Personal note from Mathias: This one is dedicated to the first official ‘fluxbaby’ on the planet: my daughter Karo, born on 6th of November 2010. Which is, btw, the birthday of Henrik as well 🙂

The Fluxbox Team 

Non ho resistito, ho dovuto assolutamente compilarla!

Presto il feedback!

Per montare una cartella di un server ssh ho trovato utile il programma sshfs.

Installazione da sorgenti:

dipendenze: FUSE 2.2 , glib2.0 devel package.

quindi otteniamo i sorgenti da: http://sourceforge.net/projects/fuse/files/sshfs-fuse/

quindi:


tar xvf ssh-fuse*.tar.gz

cd sshfs-fuse*/

./configure

make

make install #da utente root

Utilizzo:

per prima cosa creiamo la cartella dove monteremo la condivisione:


mkdir /media/ssh/

facciamo in modo che abbia come proprietario l’utente che utilizzerà questa cartella:


chown <user> /media/shh/

consentiamo a fuse il mount da utenti diversi da root e fuse:


echo user_allow_other >> /etc/fuse.conf

quindi ora dall’utente proprietario del punto di mount:


sshfs <uetnte_remoto>:hostname: /media/ssh/ -o allow_other

per smontare la condivisione:

fusermount -u /media/ssh/

 

Preciso solo una cosa: non è l’ennesima distribuzione linux bensi:

Cooperative Linux, spesso abbreviato in CoLinux, è un software che permette a Microsoft Windows e al Kernel Linux di funzionare in contemporanea sullo stesso computer.

[…]

Il termine “cooperativa” indica due entità che lavorano in parallelo. Infatti Cooperative Linux trasforma i due sistemi operativi in due grandi coroutines, nelle quali ogni kernel decide quando ridare il controllo all’altro kernel. Il kernel Linux viene eseguito in ambiente Win32 come processo in modalità privilegiata. Il processo opera sull’hardware in multitasking cooperativo con il kernel Windows, assumendo quando necessario il controllo dell’MMU e servendosi di periferiche virtuali per la gestione dell’I/O.

[Fonte Wikipedia ]

In pratica quello che Vituozzo è su Linux. CoLinux invece gira in ambiente Win32.

Per i binari e/o i sorgenti vi lascio il sito web del progetto: http://www.colinux.org/

AGGIORNATO per la versione 10.0 di xbmc il 17 Feb 2011

L’elenco delle dipendenze di XBMC per linux è elencata nel file README.linux nella cartella dei sorgenti:

debhelper (>= 7.0.50), quilt, python-support, cmake,
 autotools-dev, autoconf, automake, unzip, libboost-dev,
 libgl1-mesa-dev | libgl-dev, libglu-dev, libglew-dev, libmad0-dev, libjpeg-dev,
 libsamplerate-dev, libogg-dev, libvorbis-dev, libvorbisenc2, libfreetype6-dev,
 libfontconfig-dev, libbz2-dev, libfribidi-dev, libsqlite3-dev,
 libmysqlclient-dev, libasound-dev, libpng-dev, libpcre3-dev, liblzo2-dev,
 libcdio-dev, libsdl-dev, libsdl-image1.2-dev, libsdl-mixer1.2-dev, libenca-dev,
 libjasper-dev, libxt-dev, libxtst-dev, libxmu-dev, libxinerama-dev, libcurl3,
 libcurl4-gnutls-dev | libcurl-dev, libdbus-1-dev, libhal-storage-dev,
 libhal-dev, libpulse-dev, libavahi-common-dev, libavahi-client-dev,
 libxrandr-dev, libavcodec-dev, libavformat-dev, libavutil-dev, libpostproc-dev,
 libswscale-dev, liba52-dev, libdts-dev, libfaad-dev, libmp4ff-dev,
 libmpeg2-4-dev, libass-dev, libflac-dev, libwavpack-dev,
 python-dev, gawk, gperf, nasm [!amd64], libcwiid1-dev, libbluetooth-dev,
 zlib1g-dev, libmms-dev, libsmbclient-dev, libtiff4-dev, libiso9660-dev, libssl-dev,
 libmicrohttpd-dev, libmodplug-dev, libssh-dev, gettext, cvs, libtool

(i nomi dei pacchetti cambiano da distro a distro)
per esempio leggendo il README.ubuntu le dipendenze per tutte le versioni di Ubuntu superiori alla 7.04 sono le seguenti:

subversion make g++ gcc gawk pmount libtool nasm automake cmake gperf unzip bison libsdl-dev libsdl-image1.2-dev libsdl-gfx1.2-dev libsdl-mixer1.2-dev libfribidi-dev liblzo2-dev libfreetype6-dev libsqlite3-dev libogg-dev libasound-dev python-sqlite libglew-dev libcurl3 libcurl4-gnutls-dev x11proto-xinerama-dev libxinerama-dev libxrandr-dev libxrender-dev libmad0-dev libogg-dev libvorbisenc2 libsmbclient-dev libmysqlclient-dev libpcre3-dev libdbus-1-dev libhal-dev libhal-storage-dev libjasper-dev libfontconfig-dev libbz2-dev libboost-dev libfaac-dev libenca-dev libxt-dev libxtst-dev libxmu-dev libpng-dev libjpeg-dev libpulse-dev mesa-utils libcdio-dev libsamplerate-dev libmms-dev libmpeg3-dev libfaad-dev libflac-dev libiso9660-dev libass-dev libssl-dev fp-compiler gdc libwavpack-dev libmpeg2-4-dev libmicrohttpd-dev libmodplug-dev libssh-dev gettext cvs

e si possono installare con due semplici comandi:

sudo add-apt-repository ppa:team-xbmc-svn/ppa
##se le librerie della vostra distro sono troppo vecchie aggiungete anche questo repo
#sudo add-apt-repository ppa:team-xbmc/ppa
sudo apt-get update
sudo apt-get build-dep xbmc-dmo

( documentazione dei primo repository e del secondo repository )

Per le distro Debian è necessario il repository Debian Multimedia .
quindi aggiungere le seguenti righe al file /etc/apt/sources.list (se non già presenti)

deb http://www.debian-multimedia.org squeeze main non-free
deb-src http://www.debian-multimedia.org squeeze main non-free

quindi dare:

wget http://www.debian-multimedia.org/pool/main/d/debian-multimedia-keyring/debian-multimedia-keyring_2010.12.26_all.deb
#se il link sopra non funziona recuperare il link corretto alla pagina di debian multimedia

dpkg -i debian-multimedia-keyring_2010.12.26_all.deb

apt-get update

e controllare che non ci siano errori.

Sulla mia Squeeze ho eseguito i seguenti comanti

wget http://mirrors.xbmc.org/releases/source/xbmc-10.0.tar.gz
tar xfvj xbmc-10.0.tar.gz
##in alternativa con subversion:
#svn co https://xbmc.svn.sourceforge.net/svnroot/xbmc/trunk/ xbmc
apt-get build-dep xbmc-dmo
apt-get install autoconf build-essential libtool
cd xbmc*
./bootstrap
./configure
make -j 2
make -C lib/addons/script.module.pil
make -C lib/addons/script.module.pysqlite
make install

se la compilazione fallisce riportando un errore riferito alla libdvdread eseguire questo comando nel terminale dalla posizione della cartella contenente i sorgenti.

cat xbmc/cores/dvdplayer/Codecs/libdvd/libdvdread/misc/dvdread-config.sh >> xbmc/cores/dvdplayer/Codecs/libdvd/libdvdread/obj/dvdread-config
chmod 0755 xbmc/cores/dvdplayer/Codecs/libdvd/libdvdread/obj/dvdread-config

Dipendenze per i driver grafici e per i codec H.264:

apt-get install mesa-utils mplayer-nogui

LE DIPENDENZE PER DEBIAN SQUEEZE DELLA NUOVA VERSIONE DI XBMC (10.0) SONO:

autoconf autopoint binutils build-essential ccache cmake cmake-data comerr-dev debhelper diffstat dpkg-dev emacsen-common fakeroot g++ g++-4.4 gawk gcc gcc-4.4 gettext git  gperf html2text intltool-debian krb5-multidev liba52-0.7.4-dev libaa1-dev libalgorithm-diff-perl libalgorithm-diff-xs-perl libalgorithm-merge-perl libartsc0  libartsc0-dev libasound2-dev libass-dev libaudio-dev libaudio2 libaudiofile-dev libavahi-client-dev libavahi-common-dev libavcodec-dev libavcore-dev libavformat-dev  libavutil-dev libbluetooth-dev libboost-dev libboost1.42-dev libbz2-dev libc-dev-bin libc6-dev libcaca-dev libcdio-dev libcrystalhd-dev libcrystalhd2 libcurl3  libcurl4-gnutls-dev libcwiid-dev libcwiid1 libdbus-1-dev libdc1394-22-dev libdca-dev libdirac-decoder0 libdirac-dev libdirectfb-dev libdirectfb-extra libdpkg-perl  libdts-dev libenca-dev liberror-perl libesd0-dev libexpat1-dev libfaac-dev libfaad-dev libflac-dev libfontconfig1-dev libfreetype6-dev libfribidi-dev libftgl-dev  libftgl2 libgcrypt11-dev libgl1-mesa-dev libglew1.5 libglew1.5-dev libglib2.0-dev libglu1-mesa-dev libgnutls-dev libgpg-error-dev libgsm1-dev libhal-dev  libhal-storage-dev libice-dev libidn11-dev libiso9660-7 libiso9660-dev libjasper-dev libjpeg62-dev libkrb5-dev libldap2-dev liblzo2-2 liblzo2-dev libmad0-dev  libmail-sendmail-perl libmicrohttpd-dev libmicrohttpd5 libmikmod2 libmikmod2-dev libmms-dev libmodplug-dev libmp3lame-dev libmpcdec-dev libmpeg2-4-dev  libmysqlclient-dev libmysqlclient16 libncurses5-dev libogg-dev libopencore-amrnb-dev libopencore-amrwb-dev liborc-0.4-dev libpcre3-dev libpcrecpp0 libpng12-dev  libpostproc-dev libpthread-stubs0 libpthread-stubs0-dev libpulse-browse0 libpulse-dev libraw1394-dev librtmp-dev libsamplerate0 libsamplerate0-dev  libschroedinger-dev libsdl-image1.2 libsdl-image1.2-dev libsdl-mixer1.2 libsdl-mixer1.2-dev libsdl1.2-dev libslang2-dev libsm-dev libsmbclient-dev libsmpeg-dev  libsmpeg0 libsqlite3-dev libssh2-1 libssl-dev libstdc++6-4.4-dev libsvga1-dev libswscale-dev libsys-hostname-long-perl libsysfs-dev libtasn1-3-dev libtheora-dev  libtiff4-dev libtiffxx0c2 libunistring0 libva-dev libva-glx1 libva-tpi1 libvdpau-dev libvdpau1 libvorbis-dev libwavpack-dev libx11-dev libx264-dev libxau-dev  libxcb1-dev libxdmcp-dev libxext-dev libxi-dev libxinerama-dev libxmlrpc-c3 libxmu-dev libxmu-headers libxrandr-dev libxrender-dev libxt-dev libxtst-dev  libxvidcore4-dev linux-libc-dev make manpages-dev mesa-common-dev mysql-common nasm pkg-config po-debconf python2.6-dev quilt rsync sharutils x11proto-core-dev  x11proto-input-dev x11proto-kb-dev x11proto-randr-dev x11proto-record-dev x11proto-render-dev x11proto-xext-dev x11proto-xinerama-dev xtrans-dev zip zlib1g-dev

Dipendenze che, su Squeeze, si installano con un semplice:

apt-get build-dep xbmc

dipendenze su lenny per la versione precendente di XBMC 9.x :

apt-get -y install subversion make g++ gcc curl gawk pmount libtool nasm yasm automake cmake gperf zip unzip bison libsdl-dev libsdl-image1.2-dev libsdl-gfx1.2-dev libsdl-mixer1.2-dev libfribidi-dev liblzo2-dev libfreetype6-dev libsqlite3-dev libogg-dev libasound-dev python-sqlite libglew-dev libcurl3 libcurl4-gnutls-dev libxrandr-dev libxrender-dev libmad0-dev libogg-dev libvorbisenc2 libsmbclient-dev libmysqlclient-dev libpcre3-dev libdbus-1-dev libhal-dev libhal-storage-dev libjasper-dev libfontconfig-dev libbz2-dev libboost-dev libfaac-dev libenca-dev libxt-dev libxtst-dev libxmu-dev libpng-dev libjpeg-dev libpulse-dev mesa-utils libcdio-dev libsamplerate-dev libmms-dev libmpeg3-dev libfaad-dev libflac-dev libiso9660-dev libass-dev libssl-dev fp-compiler gdc libwavpack-dev libmpeg2-4-dev libmicrohttpd-dev libmodplug-dev libssh-dev gettext cvs libdvd-dev libdvdnav-dev
apt-get -y install build-essential debhelper dpkg-dev fakeroot html2text intltool-debian liba52-0.7.4-dev libavcodec-dev libavcodec52 libavformat-dev libavformat52 libavutil-dev libavutil49 libbluetooth-dev libcwiid-dev libcwiid1 libcwiid1-dev libdca-dev libdca0 libdts-dev libgsm1 libmail-sendmail-perl libmpcdec-dev libmpcdec3 liboil0.3 libpostproc-dev libpostproc51 libschroedinger-1.0-0 libspeex1 libswscale-dev libswscale0 libsys-hostname-long-perl libtheora0 libvdpau-dev libvdpau1 libxinerama-dev patch po-debconf python-dev python2.6-dev x11proto-xinerama-dev xz-utils

Collegamenti utili:

android
Di articoli sullo sviluppo di applicazioni Android si è fatta indigestione. Tutti parlano di dover studiare Java, Ant, SQlite e GnuPG.
Ma se uno non avesse voglia di diventare un programmatore?
C’è un modo, molto sofisticato di sviluppare applicazioni complesse senza scrivere una riga di codice. Il progetto arriva direttamente da Montain View e si chiama Google App Inventor.
Lo sviluppo della grafica dell’applicazione è gestita in modo visuale e le funzionaità si creano con schemi a blocchi.
I blocchi disponibili sono davvero tanti, tanto che si potrebbe pensare che non ne abbiano dimenticata neanche una (ci sono blocchi addirittura per interfacciuarsi con i social network).
Il progetto è ancora in fase beta, la registrazione è consentita solo ai possessori di un account Google (è richiesto un indirizzo Gmail) e bisogna aspettare l’approvazione da parte di Google.
Per testare le applicazioni viene fornita una applicazione java che provvederà ad interfacciare l’applicazione web con il vostro smartphone .

Era un po di tempo che su Mambro.it non compariva un articolo interessante dal mondo windows.

Stamattina invece non ho cestinato il feed come sempre ma l’ho letto tutto:

Cameyo è un’ottima applicazione semplice e gratuita che permette a chiunque, anche senza nessuna esperienza, di virtualizzare e rendere portabile qualsiasi programma.

Il programma in pratica si ‘inserisce’ tra il sistema operativo e l’installer dell’applicazione che vogliamo installare catturandone tutto il processo e generando alla fine un unico .exe eseguibile su qualsiasi pc senza doverlo installare nuovamente.

[…]

Il programma in questione è reperibile qua.

Utilizzate torrent? avete decine di siti su cui cercarli?

Sfigati!! C’è un programma che fa questo sporco lavoro per voi:

Torrent Search:

per ubuntu:

wget http://sourceforge.net/projects/torrent-search/files/torrent-search/0.8.0/torrent-search_0.8.0_all.deb/download
sudo gdebi torrent-search_0.8.0_all.deb

da Linux Freedom For Life

Vi siete rotti le palle degli aggregatori di feeds on-line?

Liferea:

sudo aptitude -y install liferea

probabilmente uno dei più diffusi aggregatori di feed, disponibile nei repo di tantissime distribuzioni.

Pensavate che ubuntuone fosse una figata, ma siete rimasti delusi dopo che avete visto quanto fosse poco pratico?

Dropbox:

la registrazione funziona su invito, quindi seguite questo link: Registrazione (vi verrà chiesto soltanto un nick e l’e-mail, che non richiede conferma).
il programma è già precompilato e impacchettato sia per ubuntu che per Fedora, e tramite sorgenti portabile su altre distro. Comunque disponibile anche per Windows e Mac OS X.
Cosa fa di preciso? Il pacchetto di installazione installa un repository da cui successivamente si installa e si mantiene aggiornato.
Il software manterrà sincronizzata una cartella scelta con i computer nella lan e con i computer remoti linkati con lo stesso account. Inoltre permette la condivisione dei file, molto meglio dei più diffusi siti di file hosting.

I collage di immagini vi appassionano?

SharpeCollage:

semplice ma efficace programmino multipiattaforma (java-style) per creare collage delle forme personalizzabili. Scaricalo e avvialo con un solo click dal sito www.sharpecollage.com

Questi sono appunti personali per non dimenticare … (la mia solita memoria paragonabile a quella di un pesce rosso..)

Atp-Fast:

sudo add-apt-repository ppa:tldm217/tahutek.net

sudo apt-get update

sudo apt-get install apt-fast

È inevitabile, se hai in dual boot windows e Linux quando sei su windows hai bisogno di un file su una partizione Linux.

Fino a poco tempo fa ero convinto che non esistessero metodi veloci per recuperare file in queste partizioni, ma non conoscevo Explore2fs.

Questo tool permette di visualizzare (con un interfaccia grafica simil “espora risorse”) i file contenuti nelle partizioni formattate Ext2 e Ext3 (siano esse partizione di un HD o chiavi USB ecc..).

La brutta notizia che ormai questi file system (Ext2 Ext3) sono superati e di solito le distro Linux adottano di default il file system Ext4 che non è ancora supportato dall’applicazione.

Edit:

È possibile leggere i file system Ext4 con la versione 2.2 del programma: Ext2Explorer-2.2 (l’exe in questione non necessita di installazione. È un semplice browser che permette di esplorare i file system Linux; non integra nessun driver in windows)vece

EDIT (12/11/2010):

Se invece volete un driver che visualizzi le partizioni come normali partizioni  in explorer (d:/ , e:/ , ecc…) ext2fsd:

Ailurus è uno dei nomi del panda rosso (non vi ricorda niente? ) nelle impostazioni di sistema è presente un dettagliato menu per la configurazione di firefox.

Ailurus è uno dei nomi del panda rosso (non vi ricorda niente? ). Nelle impostazioni di sistema è presente un dettagliato menu per la configurazione di Firefox.

Gli utenti di ubuntu conoscono bene Ubuntu-tweak, che è una applicazione molto comoda per gestire il proprio sistema operativo da una unica interfaccia.  Ma U-T non è l’unico tool per il tweak.

La caratteristica di Ailurus che mi ha sorpreso è la possibilità di tracciare la storia di tutti i pacchetti e software installati, creando dei veri e propri “punti di ripristino“, uno modo molto comodo di tenere pulita la proprio distro pur installando pacchetti solo per “prova”.

Il “software center” incorporato divide le applicazioni in comode e chiare sessioni, ed include software anche da repositori non installati nel sistema. Quindi con un semplice click si aggiunge il repository e il software desirato.

Come in ubuntu-tweak è presente un comodo menu per la pulizia del sistema quindi: pulizia dei pacchetti, delle configurazioni, e della cache APT, in aggiunta è presente un tasto per il rilascio della memoria (comando: echo 3 >/proc/sys/vm/drop_caches )

Nella sessione Computer Doctor Ailurus è possibile visualizzare gli errori di sistema con annesso suggerimento applicabile con un click. (e inoltre anche molti suggerimenti ‘very-geek-style’ )

Le varie impostazioni di sistema le lascio scoprire a voi, e sono veramente tante.

Installazione

Basta aggiungere il repository come spiegato sul sito, il programma è disponibile per Fedora e Ubuntu.

è possibile effettuare il dowload anche da google code.