Salta la navigazione

Tag Archives: news

Facebook non ci pensa proprio a fermare la sua espansione, dal blog ufficiale si possono apprendere le nuove “trovate” di Mark Zuckerberb per la sua piattaforma.
Ha  infatti annunciato, durante f8 conference, che l’amato/odiato tasto “mi piace” potrà essere implementato su qualsiasi sito, così da poter condividere le proprie preferenze anche fuori dal portale ‘faccialibro’. Insomma non ci bastava il tasto condividi, non potevamo fare a meno neanche del ‘mi piace’. Pensate che comodità poter dire al mondo che ti piace quel modello di pantaloni su levis.com …
Andando avanti si può scoprire che neanche i nostri acquisti saranno ancora ignorati per molto, infatti sta prendendo piede il “Credits program” che in pratica è una moneta virtuale al pari di PayPal.
E per chi ama la condivisione di tutto ma proprio tutto su Facebook sarà contento della nuova ‘partnership’ tra il ‘libro di faccie’ e Microsoft, attraverso la beta di docs.com (la risposta dell’azienda di Redmond a ‘google docs’).  Sarà presto presente una sezione in Facebook dove poter sfogliare tutti i documenti condivisi dai propri contatti.
Chissà se almeno questa implementazione si rivelerà utile in qualche modo.
Su facebook non ci sono solo novità tecnologiche, perchè da qualche ora, come affermano pure alcuni giornali, c’è una forte mobilitazione di persone indignate e arrabbiate causa la censura indiscriminata attuata dal social network ai danni di M.A.I. (movimento antiberlusconiano italiano). Il gruppo in questione è stato cancellato, e gli amministratori bannati. Non conoscendo la pagina ci sarebbe poco da sorprendersi, ma la pagina in questine non ha mai contestato il governo in modo violento o offensivo, e tappare la bocca a 44.000 iscritti senza alcuna spiegazione pare tanto una vigliacca azione di censura. Possibile che il nostro governo spaventi così tanto il più diffuso social network del mondo, tanto da non permettere di parlare male di esso?

Giusto perché è bello sfatare un mito, vi riporto questo link che non è altro che il forum ufficiale di apple che, già ad oggi ( tre giorni dall’uscita) è pieno (sono più di 300) di messaggi di utenti che si lamentano delle scarse prestazioni del WiFi.

Lamentano che il …. (“aggeggio”?) durante la connessione perde continuamente il segnale dove il segnale (testato con altri dispositivi simili, iPod e iPhone) è presente e sufficiente, con la conseguenza di dover riavviare il … (coso?) o applicare altri escamotage poco comodi alla navigazione.

Insomma, un “Non-Telefono” barra “Non-Netbook” che neanche si connette a internet, ma tanti sperano nella futura versione con tecnologia 3G.

Altre lamentele riguardano l’impossibilità di ricaricare la batteria dell’iPad attraverso le porte USB di un computer non Apple. Come spiegato in un documento ufficiale l’iPad necessita di 10w per poter essere ricaricato, potenza che le porte usb dei vecchi MAC e dei nuovi” non MAC” non hanno.

Ben più gravi solo i problemi di surriscaldamento, con il clima di San Diego Elliot Kroo, cofondatore di Gettaround (per citarne uno) dopo 10 minuti di utilizzo ha dovuto spegnere l’iPad. Insomma se pensavate di portarvi l’iPad in vacanza con voi a prendere un po di sole sotto l’ombrellone dovrete cambiare programma. (le specifiche tecniche narrano che le temperature a cui può lavorare il “coso” vanno dai 32 e i 95 gradi Fahrenheit – ovvero tra i, più conoscuti, 0 e 32 gradi Celsius).

Sul fronte sicurezza questo … (ma come cavolo si può definire????) questo “terminale” non è stato troppo curato: un tale MuscleNerd, presentatosi come membro dell´iPhone Dev-Team, vanta di essere riuscito a crackare il software per poter agire come root e quindi aggirando tutte le limitazioni imposte di default (tra cui la possibilità di installare qualsiasi software:  il famoso crack  jailbreak per gli iPhone).

Detto questo non c’è da meravigliarsi se qualcuno ha deciso di prendere un iPad e di frullarlo un po’ ! vedi il VIDEO.

(non preoccupatevi il frullatore ora sta bene!)