Salta la navigazione

Tag Archives: putty

Una piccola aggiunta all’articolo Bypassare restrizioni proxy o firewall con SSH:

Qual’ora si utilizzi un proxy SOCKS per la navigazione in internet (come nel caso dell’articolo precedente) può sorgere un piccolo (se volgiamo definirlo tale..) problema: non tutte le comunicazioni di un applicazione configurata per utilizzare il SOCKS passano realmente attraverso lo stesso. Per esempio  le richieste di tipo DNS; le quali potrebbero essere intercettate con la conseguenza di un possibile blocco o “furto” (non passando per la connessione SSH passano per la rete locale).

Una di questi casi avviene proprio con Firefox: oltre alla configurazione già spiegata bisognerà quindi:

far puntare la barra degli indirizzi a questo indirizzo:

about:config

confermare il messaggio che ci avvisa della pericolosità di modificare le configurazioni presenti nella pagina, e cambiare controllare che il parametro booleano di

network.proxy.socks_remote_dns

abbia come valore true.

Annunci

Se vi capita di dover imbattervi in un proxy un po troppo restrittivo, o in una rete poco sicura su cui invece volete mantenere la privacy dei vostri dati, non disperate, la soluzione è semplice e veloce:

 ssh -D 8081 utente@server 

cosa vuol dire questo?

è un tunnel creato con una Secure SHell:

SSH da Wikipedia:

SSH (Secure SHell, shell sicura) è un protocollo che permette di stabilire una sessione remota cifrata adinterfaccia a linea di comando con un altro host.

[…]

Il client ed il server SSH sono installati o installabili su molte versioni di UNIXGNU/LinuxMac OS X eMicrosoft Windows. Inoltre è disponibile come strumento di amministrazione su alcuni apparati di rete

La sintassi su sistemi UNIX-like è la seguente:

$ ssh [opzioni] nomeutente@host [comando]

dove con “$” si intende il prompt della shell utilizzata.

Spieghiamo meglio quindi il comando:

 ssh -D 8081 utente@server 

-D: l’opzione del comando per creare un tunnel, questa opzione vuole un numero ed infatti:

8081 : è una porta aperta in uscita sul server (non dobbiamo quindi aprirla per il traffico entrante, se non abbiamo fatto configurazioni troppo paranoiche dovrebbe essere aperta),

utente : il nostro nick per il login

server : l’indirizzo del server, per esempio il nostro server di casa, il nostro router o anche un sito web che permetta l’accesso con ssh.

Vediamo quindi dove applicare questo comando: openSSH – lato client

Su linux basta installare il pacchetto ” openssh-client” dai repositori della propria distro oppure da qua (il sito ufficiale).

Su windows famoso client è putty ma ci sono anche altre alternative tra cui cygwin (di cui si parlerà nel successivo articolo)!

Per MAC e altri sistemi vi rimando sempre al sito ufficiale di openssh dove poter scaricare l’applicativo.

Caso mac OS o Cygwin:

In caso siate su MAC e avete installato la shell SSH o abbiate installato Cygwin su windows basta dare il comando con i giusti parametri.

Caso Putty:

Se invece abbiate optato per putty (molto comodo in quanto non necessita di installazione) o  (installando il pacchetto openssh e dando poi il comando sopracitato)  è la seguente:

Una volta scaricato e avviato nella prima finestra inserire l’indirizzo del server sotto “host name”, spuntando ovviamente “SSH” appena sotto la casella di inserimento.

Quindi spostarsi fra le categorie a lato in:

  • Connection
    • Tunnels
      • SSH

Qui invece bisogna inserire la porta (8081 nell’esempio sopra) in source port e premere add, in modo che sopra compaia qualcosa tipo D8081.

Nei flag sotto controllare che siano spuntati “Dynamic” e appena sotto “Auto”.

Premete “Open” e dovreste poter accedere (dopo aver digitato la password ed eventualmente digitato yes come richiesto) al vostro server!

Il server SSH per windows:

se non sapete a che server collegarvi non disperate il vostro computer di casa con installato windows va più che bene infatti  c’è MobaSSH. Un server SSH gratuito per windows! Scaricabile qui!

Seconda configurazione: il browser!

per impostare il proxy (SOCKS v5) sulla macchina ci basterà inserire come indirizzo localhost (o 127.0.0.1) e come porta la cifra che abbiamo inserito (in questo caso 8081) e controllare che localhost e 127.0.0.1 non siano escluse dal re-indirizzamento sul proxy.

Per esempio in firefox:

configurazione in Firefox

Buona navigazione!

La seconda parte dell’atricolo qua: Bypassare restrizioni proxy o firewall con SSH (parte seconda)