Skip navigation

Tag Archives: windows

 

Preciso solo una cosa: non è l’ennesima distribuzione linux bensi:

Cooperative Linux, spesso abbreviato in CoLinux, è un software che permette a Microsoft Windows e al Kernel Linux di funzionare in contemporanea sullo stesso computer.

[…]

Il termine “cooperativa” indica due entità che lavorano in parallelo. Infatti Cooperative Linux trasforma i due sistemi operativi in due grandi coroutines, nelle quali ogni kernel decide quando ridare il controllo all’altro kernel. Il kernel Linux viene eseguito in ambiente Win32 come processo in modalità privilegiata. Il processo opera sull’hardware in multitasking cooperativo con il kernel Windows, assumendo quando necessario il controllo dell’MMU e servendosi di periferiche virtuali per la gestione dell’I/O.

[Fonte Wikipedia ]

In pratica quello che Vituozzo è su Linux. CoLinux invece gira in ambiente Win32.

Per i binari e/o i sorgenti vi lascio il sito web del progetto: http://www.colinux.org/

Utilizzo Windows raramente, a volte mi dimentico di continuare a buttare via parte dello spazio sull’hard-disk per quel sistema operativo.

Quelle poche volte che lo utilizzo è sempre uno strazio. Immancabilmente una di quelle poche volte windows muore e non si avvia più.

Qualcuno mi spiega perchè con linux quando voglio fare qualcosa ci riesco, mentre con windows dopo qualche click di troppo mi ritrovo con un OS inutilizzabile?

Se non è normale ditemelo, vado a fare il beta tester Microsoft!

[ennesimo ritorno alla recovery mode di windows (fra qualche mese o poco più) ]

EDIT:

ho cancellato definitivamente l’ultima partizione windows dai miei computer

=)

È inevitabile, se hai in dual boot windows e Linux quando sei su windows hai bisogno di un file su una partizione Linux.

Fino a poco tempo fa ero convinto che non esistessero metodi veloci per recuperare file in queste partizioni, ma non conoscevo Explore2fs.

Questo tool permette di visualizzare (con un interfaccia grafica simil “espora risorse”) i file contenuti nelle partizioni formattate Ext2 e Ext3 (siano esse partizione di un HD o chiavi USB ecc..).

La brutta notizia che ormai questi file system (Ext2 Ext3) sono superati e di solito le distro Linux adottano di default il file system Ext4 che non è ancora supportato dall’applicazione.

Edit:

È possibile leggere i file system Ext4 con la versione 2.2 del programma: Ext2Explorer-2.2 (l’exe in questione non necessita di installazione. È un semplice browser che permette di esplorare i file system Linux; non integra nessun driver in windows)vece

EDIT (12/11/2010):

Se invece volete un driver che visualizzi le partizioni come normali partizioni  in explorer (d:/ , e:/ , ecc…) ext2fsd:

Per poter far girare gli applicativi di windows in un sistema operativo linux molti avranno, almeno sentito parlare, di Wine.

Fare l’esatto contrario è possibile?

Quando ancora ero estraneo al mondo Linux (in effetti mica troppo tempo fa)  mi ero imbattuto in CigWin per poter far girare una paio di programmi che non erano stati sviluppati per windows (soprattutto programmi per test sulla sicurezza).

L’impatto fu doloroso e abbandonai presto l’idea di cimentarmi in sistemi operativi a me ignoti (linux & co.). CygWin non è molto amichevole, non è la simpatica Ubuntu, ma è un applicativo molto potente per poter far il porting di software che gira su sistemi POSIX (che non è esattamente quello che Wine fa su linux).

Oltre a poter far girare piccoli programmi linux su windows CygWin può essere utilizzato per molto altro.

per esempio ci si potrebbe loggare al xdm di un server linux tramite XDMCP (quindi montando !XFree86, o qualcosa di più leggero, per X server). Il tutto da un sistema windows.

Oppure (qualcosa di più semplice) collegarsi tramite SSH a un’altra macchina (evitando così l’utilizzo di Putty).

Utile se si vuole tutelare la propria privacy in una rete pubblica. Utilizzando la macchina a cui si accede come proxy, criptando così tutto il traffico. (una spiegazione in questo atricolo: Bypassare restrizioni proxy o firewall).

Inoltre è disponibile il pacchetto ssh-server quindi è possibile utilizzare CygWin da remoto.

Inoltre una curiosa implementazione potrebbe essere KDE 4.4 per windows =)

Note di installazione:

Devo dire che ho avuto un po’ di problemi con il download, ho avuto fortuna scaricando prima tutti i pacchetti che mi interessavano utilizzando il mirror ftp://ftp.mirrorservice.org e poi installando successivamente.

ho quindi prima selezionato "Download from internet" e successivamente "Install from Local Directory "

Una possibile alternativa potrebbe essere scaricare il cd comprendente tutti i pacchetti dal server dell’università di Milano, che è reso disponibile a questo indirizzo

Appunti utili:

Per poter usare programmi ad interfaccia grafica come nedit è necessario avviare prima l’ambiente grafico: X.

Il comando è il solito:

 startx 

da dare nella Shell di Cygwin.

Per cambiare la mappatura della tastiera dell’ambiente X, bisogna dare il comando

 setxkbmap us 

se si vuole la mappatura americana, oppure

setxkbmap it

se si vuole la mappatura italiana.